- Amnesia dissociativa -

Fattori di rischio e comorbilità

Fattori di rischio e comorbilità

Sono stati identificati alcuni fattori di rischio per lo sviluppo dell'amnesia dissociativa.

I "fattori ambientali" comprendono esperienze traumatiche singole o ripetute (ad esempio la guerra, maltrattamenti infantili, disastri naturali, reclusione). È più probabile che l'amnesia dissociativa si verifichi in caso di:

  • un più alto numero di esperienze traumatiche nell'infanzia, in particolare di abuso fisico e/o sessuale;
  • violenza interpersonale;
  • aumentata gravità, frequenza e violenza del trauma.

I "fattori genetici e fisiologici" non sono stati indagati nell'amnesia dissociativa. Studi sulla dissociazione hanno però evidenziato una componente genetica ed ambientale significativa.

Quando l'amnesia dissociativa inizia a recedere, possono presentarsi vari stati emotivi che in alcuni casi si configurano come un vero e proprio disturbo. La persona che comincia a ricordare il/gli evento/i può presentare umore depresso, dolore, rabbia, vergogna, senso di colpa ed altre situazioni di conflitto interno; possono emergere ideazione suicidaria od omicida e la persona può avere impulsi od agire sulla base di tali ideazioni. Al risolversi dell'amnesia dissociativa alcuni individui possono quindi avere i criteri per una diagnosi di disturbo depressivo persistente, disturbo depressivo maggiore, un disturbo dell'adattamento, un altro disturbo dissociativo. Quando il trauma raggiunge una consapevolezza cosciente, molte persone sviluppano un disturbo da stress post-traumatico. Anche disturbi da sintomi somatici e disturbo da conversione sono frequenti.

L'amnesia dissociativa può più facilmente presentarsi in individui che hanno un disturbo di personalità (più facilmente di tipo evitante, dipendente o border).

Vedi anche lo sviluppo e decorso dell'amnesia dissociativa