- Enciclopedia -

Trattamento della schizofrenia

Trattamento della schizofrenia
La schizofrenia è una malattia cronica complessa che, al momento, può essere gestita pressoché esclusivamente in termini di controllo dei sintomi e di rallentamento del declino funzionale. I risultati ottenibili variano da paziente a paziente, in funzione delle caratteristiche della malattia nel singolo caso e della risposta individuale ai trattamenti proposti. In generale, comunque, gli esiti degli interventi farmacologici, di supporto psicoterapico e riabilitazione sono migliori quando la diagnosi è precoce.


Terapia farmacologica
L'impostazione di una terapia farmacologica a lungo termine è sempre indispensabile nel caso della schizofrenia.


Supporto psicologico e riabilitazione
Nella maggior parte dei casi, quando il paziente è stabilizzato, alla terapia farmacologica vengono affiancati anche interventi di supporto psicologico (individuali, familiari o di gruppo) e/o una terapia riabilitativa di tipo cognitivo-comportamentale che ha l'obiettivo di rieducare il paziente ad eseguire operazioni sequenziali organizzate e finalizzate. In pratica, nelle sedute di riabilitazione il paziente è posto di fronte a un problema pratico tipico della vita quotidiana e viene aiutato a elaborare un progetto, ossia un percorso mentale e operativo, che gli consenta di risolverlo. Il "problema pratico" da affrontare può essere il lavaggio dei piatti, la preparazione di una torta o la realizzazione di un oggetto con la creta. Con queste attività si cerca di "allenare" o riattivare i circuiti nervosi che tendono a rimanere o a diventare inattivi a causa della malattia. Strategie di riabilitazione introdotte più di recente sfruttano anche le potenzialità della realtà virtuale.

Consigli per familiari e caregiver
La schizofrenia è una malattia impegnativa sia per la persona direttamente interessata sia per i familiari. Per riuscire a gestirla nel migliore dei modi e mantenere un atteggiamento positivo nonostante le difficoltà quotidiane è importante:

  • informarsi sulle caratteristiche della malattia, sulle terapie disponibili per tenerla sotto controllo e sui benefici che possono offrire, per motivare il paziente ad assumerle ogni giorno i farmaci necessari;
  • frequentare gruppi di supporto psicologico per condividere difficoltà, dubbi ed esperienze vissute a fianco della persona con schizofrenia;
  • focalizzare l'attenzione su obiettivi specifici a breve termine, nella consapevolezza che la schizofrenia è una malattia evolutiva, che deve essere gestita giorno per giorno;
  • utilizzare tecniche di rilassamento e di gestione dello stress, come meditazione, yoga o tai-chi, per allentare la tensione associata al confronto costante con la malattia;
  • cercare di ritagliare spazi da dedicare ad attività gratificanti per sé stessi e che permettano di distrarsi temporaneamente dalle incombenze di gestione della persona con schizofrenia;
  • imparare a riconoscere situazioni di stanchezza e stress eccessivi e prevedere periodi di vacanza, durante i quali affidare ad altri l'accudimento del paziente.


Fonti

 

Vuoi saperne di più sui sintomi della schizofrenia?