- Enciclopedia -

Segni e sintomi del disturbo depressivo persistente

Il disturbo depressivo persistente si caratterizza dalla presenza di umore depresso per la maggior parte del giorno per almeno 2 anni (1 nei bambini ed adolescenti) associato a scarso o eccessivo appetito, insonnia o ipersonnia, stanchezza, bassa autostima, deficit di concentrazione, sentimenti di disperazione.

Si differenzia dall'episodio depressivo maggiore per la maggior durata e l'assenza di sentimenti di colpa ingiustificati e pensieri di morte o idee di suicidio. Quindi, le persone con questo disturbo hanno una malattia duratura, ma anche relativamente lieve.


I pazienti affetti soffrono silenziosamente e la loro invalidità può essere sottile: tendono a mettere molte energie nel lavoro lasciando poco agli aspetti sociali della vita. Visto che non appaiono gravemente invalidi, possono continuare senza cura fino a che i sintomi peggiorano in un episodio depressivo maggiore. Il DSM-IV differenziava il disturbo distimico dal disturbo depressivo maggiore cronico, tuttavia la ricerca non ha confermato la distinzione. Quindi, quello che il DSM-5 ora chiama disturbo depressivo persistente è una combinazione delle due condizioni separate nel DSM-IV.

Questi sintomi vengono spesso descritti come la "depressione di basso grado" e si verificano il più delle volte per 2 anni (non sono mai assenti per più di 2 mesi consecutivi).

Alcuni pazienti non sono neanche consapevoli di essere depressi, anche se altri possono notarlo. Essi riconoscono sintomi come stanchezza, problemi nella concentrazione o nel prendere decisioni, scarsa autostima e sentimento di disperazione. Il sonno e l'appetito possono essere aumentati o ridotti.

Il disturbo depressivo persistente ha spesso un esordio precoce e insidioso (ad esempio, durante l'infanzia, l'adolescenza, o la vita adulta) e, per definizione, un decorso cronico.
Un esordio precoce (cioè, prima dei 21 anni) è frequentemente associato alla presenza di disturbi della personalità e disturbi da uso di sostanze.


Vuoi saperne di più sul trattamento del disturbo depressivo persistente?