- News -

Contro ansia e depressione vince la collaborazione

A prescindere dall'intensità dei sintomi e dall'età dei pazienti, contrastare condizioni di ansia e depressione e ottenere una stabilizzazione duratura del tono dell'umore è spesso un'impresa ardua. Nelle forme molto lievi o secondarie a fattori specifici (difficoltà economiche, professionali o relazionali, una malattia cronica ecc.) possono essere sufficienti l'approccio psicoterapeutico o il counselling psicologico. Nelle forme da moderate a severe è quasi sempre indispensabile ricorrere a farmaci antidepressivi specifici, per periodi di tempo più o meno prolungati. Secondo una recente revisione della letteratura scientifica disponibile effettuata da Cochrane Collaboration, però, in tutte le forme con sintomi significativi è soltanto attraverso un approccio a 360° del paziente, basato sulla collaborazione costante e produttiva tra medico di Medicina generale (MMG), psichiatra e psicologo, che si possono ottenere i risultati clinici ottimali e una maggiore soddisfazione del paziente rispetto al proprio stato. Al MMG spetta il non facile compito di riconoscere la presenza del disturbo e di dare un inquadramento iniziale al problema, ma anche quello di monitorarne il trattamento nel tempo, bilanciandolo con le altre terapie eventualmente assunte dal paziente, e di sostenere la compliance. Lo psichiatra deve emettere la diagnosi specifica, prescrivere i farmaci più indicati, nei dosaggi adeguati, caso per caso e interagire con il MMG per valutare possibili correzioni della terapia qualora non venga raggiunta una piena efficacia o compaiano effetti indesiderati poco tollerati dal paziente. Lo psicologo deve contribuire a sostenere la motivazione del paziente al trattamento (migliorando l'aderenza alla terapia e, quindi, aumentandone l'efficacia) e aiutarlo a comprendere meglio le ragioni della malattia e il proprio modo di viverla, facilitando l'interruzione di circuiti psicologici negativi che ne favorirebbero il consolidamento.

Fonte
Archer J, et al. Collaborative care for people with depression and Anxiety. Cochrane Database of Systematic Reviews, 2012;10:CD006525. doi:10.1002/14651858.CD006525.pub2