- News -

Il ruolo della musica nel benessere psicofisico dopo il parto

Il livello del benessere psicofisico della donna nel periodo dopo il parto può essere influenzato da moltissime variabili, che si combinano tra di loro in modo estremamente soggettivo. La probabilità di soffrire di depressione post partum, di sperimentare stati d'ansia o inadeguatezza oppure, al contrario, di vivere con relativa serenità e gioia i primi mesi di vita del bambino è indubbiamente legata a caratteristiche psicoemotive individuali, alla propensione o meno di soffrire di disturbi psichiatrici, alla storia familiare della neomamma, al contesto socioculturale, alla qualità della relazione con il partner e con gli altri membri della famiglia, ma anche a fattori traumatici e stressanti cui può trovarsi esposta la donna durante la gravidanza e il parto, soprattutto se si tratta del primo figlio. Per prevenire situazioni di disagio che possono ripercuotersi sfavorevolmente anche sul bambino, è importante esaminare tutti gli elementi che possono rendere più difficile il puerperio e, nei limiti del possibile, cercare di rimuoverli. Un recente studio condotto in collaborazione tra il Brigham and Women's Hospital - Harvard Medical School di Boston (Stati Uniti) e la Turgut Ozal University School of Medicine di Ankara (Turchia) ha evidenziato che anche la musica può avere un ruolo importante in questo contesto. In particolare, i ricercatori hanno osservato che le donne cui era stata fatta ascoltare una melodia piacevole e rilassante durante il travaglio e il parto tendevano a lamentare meno dolore e a sviluppare meno ansia nel periodo successivo alla nascita del bambino, riuscendo così ad affrontare meglio questo periodo particolarmente delicato e a recuperare più in fretta. Naturalmente, non ci si deve aspettare miracoli e, sicuramente, a fronte di una significativa predisposizione alla depressione post partum, la musica potrà offrire un vantaggio limitato. Tuttavia, considerate l'economicità e l'assoluta innocuità di questa strategia preventiva, la possibilità di diffondere una colonna sonora gradevole e rilassante nelle sale parto dovrebbe essere presa in considerazione.

Fonte
Simavli S, et al. Effect of music therapy during vaginal delivery on postpartum pain relief and mental health. J Affect Disord 2013; doi:10.1016/j.jad.2013.12.027


Pubblicato il 9 gennaio 2014