- News -

Tono dell'umore giù e dolore su

Che chi soffre di depressione abbia una maggiore probabilità di sperimentare dolore cronico, di doverlo sopportare più a lungo e con maggiore intensità non è una notizia. Numerosi studi lo hanno ripetutamente dimostrato negli ultimi anni, mentre altri hanno addirittura quantificato quanto possano incidere le manifestazioni fisiche dolorose dei disturbi dell'umore e gli accertamenti clinici effettuati per valutarle sulle casse dei sistemi sanitari occidentali: circa un terzo della spesa totale. Insomma, un bel po'. Quel che di nuovo segnala una recente ricerca condotta presso il Dipartimento di Medicina di Comunità e Riabilitazione dell'Università di Umeå (Svezia) sul rapporto tra umore e dolore è, però, abbastanza sorprendente perché chiama in causa traumi di tipo acuto, in linea di principio più oggettivi per intensità e durata dei sintomi associati. Secondo quanto osservato dai ricercatori svedesi analizzando stato fisico e profilo psicologico di 160 pazienti ricoverati nella Clinica di Riabilitazione del Dolore dell'Ospedale Universitario di Umeå a causa di un trauma acuto grave (una caduta violenta, un incidente stradale o sul lavoro, ecc.), chi presentava sintomi depressivi, ansiosi o di disturbo post-traumatico da stress tendeva a ottenere punteggi significativamente più elevati nelle scale di valutazione del dolore. Il grado di disabilità e limitazione nelle attività quotidiane, invece, incideva sul benessere fisico e psicologico. Ma questo è un risultato che poteva essere previsto senza troppo sforzo. Contrariamente ad altri fattori che possono influenzare la differente percezione tra uomini e donne, inoltre, i disturbi psichiatrici esaminati sembrano avere lo stesso impatto in entrambi i sessi.

Fonte:
Stålnacke BM. Life satisfaction in patients with chronic pain - relation to pain intensity, disability, and psychological factors. Neuropsychiatr Dis Treat 2011;7:683-89.