- News -

Caffè stimolante e antidepressivo

È dimostrato: il caffè fa bene all'umore, soprattutto a quello delle donne. Secondo i risultati di un'autorevole indagine epidemiologica americana, berne da 2 a 4 tazzine al giorno ridurrebbe fino al 20% il rischio di sviluppare depressione nell'arco di un decennio. All'evidenza i ricercatori del Brigham and Women's Hospital e dell'Harvard Medical School di Boston e della Columbia University di New York (Stati Uniti) sono arrivati analizzando le abitudini di consumo di circa 51mila donne, con età media di 63 anni e non depresse all'inizio dello studio (nel 1996). Seguendo parallelamente l'assunzione quotidiana di caffé e l'andamento del tono dell'umore nei dieci anni successivi è stato osservato che le donne che bevevano 2-3 tazzine al giorno avevano una probabilità inferiore del 15% di andare incontro a depressione (clinicamente diagnosticata) rispetto a chi si limitava a una sola tazza o non ne beveva affatto. La protezione cresceva ulteriormente quando le dosi quotidianamente consumate salivano a quattro o più. L'effetto antidepressivo registrato sembrerebbe dipendere non tanto dall'aroma inconfondibile del caffè o dal piacere della pausa, quanto dalle note proprietà stimolanti della caffeina: chi assumeva varianti decaffeinate, infatti, non traeva alcun beneficio sul tono dell'umore.

Fonte
Lucas M, et al. Coffee, Caffeine, and Risk of Depression Among Women. Arch Intern Med 2011;171(17):1571-78.