- News -

A scuola di ortoterapia in supporto al disagio psichico

Delle potenzialità dell'ortoterapia nel recupero e nel reinserimento sociale di persone affette da diverse forme di disagio psichico, in aggiunta a interventi farmacologici e psicoterapici, si parla da tempo e l'esperienza finora maturata nell'ambito di iniziative promosse da onlus e associazioni a sostegno dei pazienti testimonia gli effetti favorevoli dell'attività strutturata con le piante nel migliorare il tono dell'umore, nel ridurre i livelli di ansia e stress, nell'aumentare l'autostima, nonché nel favorire lo sviluppo di relazioni interpersonali positive e, perché no, nel promuovere l'acquisizione di competenze che potrebbero avere anche uno sbocco professionale gratificante e remunerativo. Nonostante la delicatezza dell'ambito di attività e il moltiplicarsi delle proposte ai pazienti di corsi di questo tipo, tuttavia, fino a oggi praticamente non esistevano vere e proprie scuole per formare operatori specializzati in questo specifico settore e a tutt'oggi la figura dell'ortoterapeuta non è ufficialmente riconosciuta. Una prima offerta formativa che ambisce a creare specialisti in terapia orticolturale inseriti all'interno del Quadro Regionale dello standard professionale della Regione Lombardia viene dalla Scuola Agraria del Parco di Monza (www.monzaflora.net/it), dove saranno avviati a breve due corsi specifici: uno per chi si avvicina all'ortoterapia ex novo prevede un ciclo formativo di 160 ore, nel quale saranno affrontati tutti gli aspetti della disciplina; l'altro suddividerà la trattazione in tre moduli autonomi di 24 ore ciascuno, nei quali saranno presentati rispettivamente l'approccio di base all'ortoterapia, la problematica psicoeducativa e la progettazione di uno spazio e di un'attività agronoma o di giardinaggio. Nel primo caso è anche possibile scegliere tra due orientamenti: uno in ambito clinico e uno in ambito socio-rieducativo.

Fonte
Scuola Agraria del Parco di Monza