05/02/2024

Depressione

4 minuti

Le tecnologie per gestire ansia e depressione

Per affrontare ansia e depressione, le terapie tradizionali non rappresentano l’unica opzione disponibile. Nuove tecnologie come app, videoconferenze e sistemi basati sull’intelligenza artificiale stanno emergendo come strumenti utili per supportare chi soffre di tali disturbi.

Come le nuove tecnologie influenzano la vita quotidiana

Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato la nostra vita: internet, social network, PC, tablet e smartphone ci permettono di essere costantemente connessi, modificando profondamente molte delle nostre abitudini.1

Ci sono però alcuni aspetti negativi che influiscono sia sul

  • l’eccessivo sforzo della vista
  • i dolori muscolo-scheletrici, dovuti alle posizioni errate con cui usiamo PC e smartphone
  • i disturbi del sonno

 

che sulla

  • la facilità nell’ottenere informazioni ha ridotto l’esercizio della nostra memoria, rendendola quindi meno efficiente
  • l’esposizione costante a numerosi stimoli ha abbassato la nostra soglia di attenzione
  • l’utilizzo di dispositivi elettronici può talvolta distoglierci dalla realtà immediata
  • in alcuni casi, si può sviluppare una vera e propria dipendenza dai dispositivi elettronici

Tra i vantaggi che le nuove tecnologie portano nell’ambito della salute, vi è la possibilità di:2

  • monitorare persone con malattie croniche
  • tenere traccia di una dieta, dell’attività fisica svolta e avere informazioni sulla propria salute mentale
  • accedere a cartelle e fascicoli sanitari elettronici
  • effettuare visite mediche virtuali
  • ricordarsi quando prendere le medicine

Applicazioni e intelligenza artificiale possono aiutare contro ansia e depressione?

Sempre di più, negli ultimi anni, le nuove tecnologie vengono utilizzate nel campo della salute mentale.3                      Grazie a questi dispositivi l’accesso alle cure è molto più facile e, in particolare, gli smartphone possono essere utilizzati per dare un senso di empowerment alle persone, aiutandole a gestire le proprie condizioni di salute mentale.4

Tra le applicazioni contro l’ansia e la depressione troviamo:

  • Noa virtual coach, uno strumento basato sull’intelligenza artificiale che aiuta le persone a riconoscere i sintomi della depressione di grado lieve ed è in grado di fornire supporto e consigli su come ridurre la depressione e l’ansia delle persone nell’era post-pandemica.5
  • Monsenso per il benessere mentale che tiene in contatto medico e paziente attraverso un dispositivo indossabile che misura alcuni parametri della persona, come ad esempio le ore di sonno e l’attività fisica. Questo consente al medico di seguire il paziente da vicino in modo virtuale, aiutandolo nei casi in cui si verifichino episodi di depressione.6
  • Woebot, un bot AI in grado di interagire verbalmente con la persona, riconoscere le sue emozioni e fornire assistenza attraverso consigli ed esercizi basati sulla terapia cognitivo-comportamentale. Non si tratta di sedute di psicoterapia in videoconferenza, ma di un’intelligenza artificiale progettata per affrontare la depressione o l’ansia, operante attraverso un’app.7

Una valida alternativa concreta: le sedute di psicoterapia online

Un’alternativa alle nuove tecnologie per aiutare le persone depresse, che per alcuni potrebbero apparire troppo impersonali, sono sicuramente le sedute di psicoterapia in videoconferenza. Dopo la pandemia, che ha reso difficile per molti recarsi dal proprio terapeuta, la psicoterapia a distanza tramite cellulare o PC è diventata più accettata.8

Si tratta di una modalità efficace quanto la terapia in presenza, ma con vantaggi legati alla maggiore comodità e alla percezione di una superiore riservatezza. Grazie alla possibilità di parlare con uno psicologo comodamente dal proprio divano di casa, molte persone hanno superato la paura e lo stigma sociale associati all’inizio di una terapia.3

Le nuove tecnologie possono sostituire un medico?

La maggior parte delle applicazioni destinate a combattere l’ansia e la depressione non sostituisce il rapporto con un terapeuta umano. Ad esempio, alcune di queste applicazioni sono progettate per raccogliere informazioni che saranno poi utili al medico nel fornire supporto.9 Questo rappresenta la modalità di funzionamento di una buona parte di questi strumenti digitali.

È importante sottolineare che in presenza di sintomi di ansia o depressione, è sempre consigliabile evitare l’approccio fai-da-te e rivolgersi inizialmente a una persona competente.

 

 

Bibliografia

  1. Guida psicologi. Quali sono gli effetti delle nuove tecnologie sul cervello? https://www.guidapsicologi.it/articoli/quali-sono-gli-effetti-delle-nuove-tecnologie-sul-cervello
  2. Healthline. Negative effects of technology on kids. https://www.healthline.com/health/negative-effects-of-technology#effects-in-kids
  3. Santoro E. Interventi psicologici su internet e terapie digitali nell’ambito della salute mentale: siamo pronti? Recenti Prog Med. 2022;113:231-233.
  4. de Azevedo Cardoso T. Specifying the Efficacy of Digital Therapeutic Tools for Depression and Anxiety: Retrospective, 2-Cohort, Real-World Analysis. J Med Internet Res. 2023;25:e47350.
  5. La Repubblica. L’intelligenza artificiale per combattere la depressione: l’app per dare supporto ai pazienti. https://www.repubblica.it/economia/2022/05/22/news/lintelligenza_artificiale_per_combattere_la_depressione_lapp_per_dare_supporto_ai_pazienti-350692792/
  6. Trentino salute digitale. Salute mentale. Quando la filiera ricerca-innovazione funziona e diventa una storia di successo. https://trentinosalutedigitale.com/blog/2021/05/04/quando-la-filiera-ricerca-innovazione-funziona-e-diventa-una-storia-di-successo/
  7. Agenda digitale. Se lo psicanalista è un’app: il “caso” Woebot. Pro e contro dell’informatica affettiva. https://www.agendadigitale.eu/cultura-digitale/se-lo-psicanalista-e-unapp-il-caso-woebot-pro-e-contro-dellinformatica-affettiva/
  8. Il Sole 24 Ore. Psicoterapia online, basta un click per ritrovare la serenità? https://alleyoop.ilsole24ore.com/2023/03/27/psicoterapia-online/
  9. The Guardian. Meet Ellie, the machine that can detect depression. https://www.theguardian.com/sustainable-business/2015/sep/17/ellie-machine-that-can-detect-depression

 

Altri Articoli da "Depressione"