Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Un prodotto Angelini

Manifestazioni del disturbo bipolare

Il disturbo bipolare e i disturbi correlati sono caratterizzati dall'alternanza di episodi maniacali/ipomaniacali ed episodi depressivi.

Il disturbo bipolare e i disturbi correlati sono caratterizzati dall'alternanza di episodi maniacali/ipomaniacali ed episodi depressivi. Sia la frequenza dell'alternanza, sia la durata e le specifiche manifestazioni del singolo episodio possono essere estremamente variabili da persona a persona e in uno stesso paziente in diversi periodi della vita.

I principali aspetti caratteristici dell'episodio maniacale o ipomaniacale comprendono:

  • Notevole aumento dell'autostima e della fiducia nelle proprie capacità.
  • Diminuzione del bisogno di dormire (3-4 ore per notte per più notti), senza sentirsi stanchi il giorno dopo.
  • Aumento dell'interazione sociale e tendenza a parlare molto, in fretta, senza dare tempo all'interlocutore di rispondere o intervenire.
  • Pensieri incalzanti, passaggio rapido da un'idea all'altra.
  • Facile distraibilità, difficoltà a concludere quello che si sta facendo.
  • Ritmi lavorativi frenetici, intensa vita sociale, viaggi frequenti, vita affettiva instabile, ipersessualità.
  • Generale difficoltà a controllare gli impulsi.
  • Marcata tendenza a comportamenti potenzialmente dannosi sul piano sociale o economico (eccessiva invadenza nelle relazioni, disinibizione sessuale, shopping compulsivo, gioco d'azzardo, investimenti poco oculati ecc.).
  • Tendenza ad abuso di alcol o sostanze psicoattive.

Per poter affermare di essere di fronte a un episodio maniacale o ipomaniacale, i sintomi citati devono essere di intensità tale da interferire con le attività quotidiane.


I principali aspetti caratteristici dell'episodio depressivo nel disturbo bipolare comprendono:

  • Umore depresso per gran parte della giornata, non motivato da ragioni specifiche gravi.
  • Significativo calo di interesse nelle attività abituali e incapacità di trarre piacere da circostanze o situazioni di norma stimolanti e gradevoli.
  • Diminuzione o aumento significativi dell'appetito, spesso associati a notevole perdita o aumento di peso (oltre 5 kg), non giustificati da diete o patologie specifiche.
  • Difficoltà ad addormentarsi o a dormire un numero sufficiente di ore (risvegli ripetuti durante la notte o all'alba) o, al contrario, aumento del bisogno di dormire, anche durante il giorno.
  • Sensazione di agitazione e ansia o, al contrario, rallentamento dei movimenti e dei riflessi.
  • Facile affaticabilità e/o mancanza di energia non giustificata.
  • Calo dell'autostima e della fiducia nelle proprie capacità; senso di colpa persistente e immotivato.
  • Diminuzione delle capacità di concentrazione e dell'efficienza intellettiva (nello studio, sul lavoro ecc.); difficoltà a prendere decisioni che di norma non comportano problemi.
  • Calo del desiderio sessuale.
  • Irritabilità o frustrazione.
  • Pensieri di morte ricorrenti, ideazione suicidaria o tentativi di suicidio.
  • Pianto immotivato, una o più volte al giorno.
  • Problemi fisici privi di cause riconoscibili e che, spesso, non rispondono alle terapie di norma utilizzate per contrastarli (dolore articolare, mal di testa, crampi addominali, disturbi digestivi, vertigini ecc.).

Per poter affermare di essere di fronte a un episodio depressivo, i sintomi citati devono essere di intensità tale da interferire con le attività quotidiane.

I pazienti affetti da disturbo bipolare, in particolare di tipo I, possono andare incontro a episodi misti nei quali i sintomi depressivi e maniacali tendono a essere presenti contemporaneamente, in alternanza, durante la stessa giornata o in giorni successivi, per almeno una settimana.

Alcuni pazienti con forme moderate-severe di disturbo bipolare possono andare occasionalmente incontro a stati di "agitazione psicomotoria", caratterizzati da una notevole eccitazione, irrequietezza, comportamenti fisici e verbali "estremi", talvolta anche violenti (Agitazione psicomotoria). Queste manifestazioni sono più probabili in pazienti con disturbo bipolare che presentano anche sintomi psicotici e possono essere associati a una temporanea perdita di senso della realtà (allucinazioni, delirio ecc.). Si tratta di situazioni delicate che devono essere gestite in ambiente protetto (Pronto soccorso, ospedale ecc.), da personale esperto.

Fonti


Vuoi saperne di più sulle cause del disturbo bipolare?

Altri Articoli da "Enciclopedia"